PAC Moneyfarm: conviene? Caratteristiche e recensione 2024

0
101
pac etf moneyfarm recensione

Moneyfarm è stato uno dei primi servizi in Italia ad offrire la possibilità di effettuare un piano di accumulo del capitale basato su ETF.

In questo articolo vedremo come funziona il PAC Moneyfarm. Inoltre, ti dirò la mia sulla convenienza o meno di questa soluzione di investimento per il lungo periodo, valutando anche le alternative.

Che cos’è Moneyfarm?

Moneyfarm è un servizio italiano di consulenza finanziaria indipendente, che esiste dal 2011 e attualmente può contare su 3 sedi: una a Milano, una a Cagliari ed una a Londra.

piani di accumulo migliori moneyfarm

Nella pratica l’attività di Moneyfarm consiste nell’offrire dei piani personalizzati di investimento e di risparmio sulla base delle esigenze dei propri utenti.

La caratteristica principale di Moneyfarm è che essa è indipendente da banche e fondi di investimento, ossia non riceve alcun compenso per offrire specifici prodotti finanziari. Grazie a ciò non si pone mai in conflitto di interesse nei confronti dei propri clienti e può consigliare loro ciò che risulta realmente più conveniente (ad esempio gli ETF).

Come funziona il PAC di Moneyfarm?

A differenza di altri piani di accumulo, come quello di Fineco o di Scalable Capital, il PAC di Moneyfarm è basato su portafogli precostituiti. Quindi, l’investitore non deve preoccuparsi di selezionare i singoli ETF su cui investire, e neppure di come effettuare una diversificazione. Con Moneyfarm si deve soltanto:

  • effettuare un versamento iniziale minimo di 5000 €;
  • impostare un versamento periodico di almeno 100 €;
  • scegliere un livello di rischio tra 1 e 7.

Per livelli di rischio basso, MoneyFarm investirà principalmente in ETF obbligazionari e monetari, mentre per quelli più alti, aumenterà progressivamente il peso degli ETF azionari.

Il PAC si può sospendere e riprendere in qualsiasi momento. Inoltre, l’investitore è sempre seguito da un consulente finanziario di Moneyfarm, pronto a chiarire ogni suo dubbio.

I costi di gestione che applica MoneyFarm dipendono dal capitale gestito, ma arrivano al massimo all’1% annuo. Non viene invece applicata nessuna commissione sull’acquisto dei singoli ETF che entrano a far parte del PAC.

Investimento minimo5000 € + 100 € mensili
Frequenza versamentiMensile
Strumenti finanziariETF azionari, obbligazionari, monetari e sulle materie prime
Durata del PACA scelta dell’utente
Commissioni0,4% – 1% annuo

I 7 portafogli di Moneyfarm

Come già spiegato, nella creazione del proprio PAC, Moneyfarm permette agli investitori di selezionare un livello di rischio compreso tra 1 e 7. A ciascun livello di rischio, corrisponde un portafoglio specifico.

Qui di seguito, ad esempio, puoi vedere il portafoglio 1 di Moneyfarm, che investe principalmente in ETF monetari (35%) ed ETF obbligazionari (63%).

moneyfarm portafoglio 1
Moneyfarm portafoglio 1

Questo invece è il portafoglio 7 di Moneyfarm, che investe principalmente in ETF azionari (75%). La restante parte del capitale è investita in ETF obbligazionari (15%) ed in materie prime / real estate (8%).

moneyfarm portafoglio 7
Moneyfarm portafoglio 7

Gli altri portafogli (quelli tra il 2 ed il 6) rappresentano una soluzione intermedia tra i due estremi.

In ogni caso, a mio avviso, se si effettua un PAC di lungo periodo è importante che l’azionario faccia da protagonista. Quindi, il portafoglio numero 7 è sicuramente più indicato rispetto agli altri.

Al limite si può optare per il portafoglio 5 (55% azionario) o 6 (65% azionario). Tralascerei tutti gli altri con rischio inferiore, tranne nel caso in cui il PAC è effettuato per un breve periodo, e l’età della pensione è più vicina.

Cosa ne penso del PAC Moneyfarm?

A mio avviso Moneyfarm rappresenta una buona soluzione per effettuare un PAC ETF in modo del tutto passivo, senza pensare a nulla. Infatti, l’ho inserito tra le prime posizioni del mio articolo sui migliori PAC a confronto.

Lo consiglio ad investitori neofiti, che non hanno il tempo e la voglia di imparare ad utilizzare un broker ETF e a scegliere autonomamente la propria asset allocation.

Altro vantaggio di utilizzare Moneyfarm è che l’investitore risulta disincentivato a commettere errori (come cercare di fare market timing o vendere tutto in caso di crolli inaspettati), in quanto la gestione del suo PAC è completamente “delegata” alla piattaforma.

Unico svantaggio è il costo annuale di gestione applicato da Moneyfarm (0,4% – 1% annuo), che va a diminuire leggermente il potenziale rendimento. Quindi, agli investitori più esperti, consiglio di optare per le seguenti alternative:

Alessandro Donati
Alessandro è imprenditore digitale e co-fondatore del progetto bussolafinanziaria.it, per il quale contribuisce con articoli e video sul canale YouTube. Laureato in economia, ha più di 10 anni di esperienza nel settore della finanza personale e degli investimenti. Privatamente investe in ETF, azioni, crowdfunding, criptovalute e mercato immobiliare. Con BussolaFinanziaria l'obiettivo di Alessandro è di portare quanta più chiarezza possibile per aiutare gli utenti a scegliere il giusto broker online e muovere con successo i primi passi nel mondo degli investimenti. Segui il suo portafoglio su questa pagina