ETF Vix: quali sono i migliori su Borsa Italiana

0
107

Se sei interessato a investire in ETF Vix, ma non sai come funzionano, questa è la guida che fa per te!

Nell’articolo a seguire vedremo perché investire in ETF VIX è un modo efficace per ottenere esposizione alla volatilità dei mercati finanziari. Parleremo degli ETF VIX attualmente quotati su Borsa Italiana e li analizzeremo nel dettaglio, mettendo in evidenza le informazioni chiave. Infine, valuteremo la profittabilità di questi strumenti finanziari che possono essere negoziati sui broker online Degiro e Fineco.

Come vedremo, molti investitori utilizzano questi strumenti per diversificare i loro portafogli: Gli ETF VIX hanno un andamento generalmente non correlato con altri asset, come azioni e obbligazioni. Questo li rende un buon strumento per diversificare un portafoglio e ridurre il rischio complessivo.

MIGLIORI BROKER ETF
Voto: 9,2/10
Voto: 9/10
Voto: 8,7/10

Miglior ETF Vix su Borsa Italiana

Su Borsa Italiana esiste un unico ETF VIX ed è il seguente: l’Amundi S&P 500 VIX Futures Enhanced Roll UCITS ETF Acc.

ISINLU0832435464
Capitalizzazione di mercato116 mio
TER0.60%
ReplicaSwap based
Politica di distribuzioneAccumulazione

L’ETF VIX di Amundi cerca di trarre profitto dalla volatilità del mercato statunitense, replicando l’indice S&P 500 VIX Futures Enhanced Roll. Lo fa acquistando sia contratti a breve termine (scadenza ravvicinata) che contratti a medio termine (scadenza più lontana), sostituendo costantemente i contratti in scadenza con nuovi per mantenere un’esposizione continua alla volatilità prevista.

Questo è l’unico ETF VIX che replica l’indice S&P 500 VIX Futures Enhanced Roll, ed è un modo per puntare sulla volatilità del mercato azionario USA, cercando di ottimizzare la replica dell’indice VIX attraverso una gestione attiva dei futures.

Come è possibile notare dal grafico del prezzo, il rendimento negli ultimi anni è stato decrescente, a causa di un mercato azionario relativamente stabile, ad eccezione del 2020 quando in concomitanza della pandemia i mercati hanno registrato una volatilità elevata.

Un’introduzione all’indice VIX

L’indice VIX, noto anche come “indice di paura” o “indice di volatilità”, è un indicatore finanziario che misura la volatilità prevista del mercato azionario. In altre parole, il VIX cerca di fornire una stima della probabilità di fluttuazioni significative nei prezzi delle azioni in futuro.

Per essere ancora più precisi, non parliamo proprio di azioni, bensì di opzioni a 30 giorni sull’S&P 500. Le opzioni sono strumenti finanziari che conferiscono al loro possessore il diritto di acquistare o vendere un asset sottostante a un prezzo prefissato entro una data di scadenza. Gli asset sottostanti possono includere azioni, indici azionari, materie prime, valute ecc.

Quando il VIX è alto, di solito significa che gli investitori si aspettano un aumento della volatilità, quindi c’è molta incertezza sul mercato e i gestori tendono ad acquistare opzioni sia put (opzione di vendita, usata quando ci si aspetta che il prezzo diminuisca) che call (opzione di acquisto, usata quando ci si aspetta che il prezzo aumenti) per coprire le proprie posizioni incrementandone la volatilità.

I valori del Vix da tenere in considerazione

Per capire meglio come funziona l’indice è necessario saperne i valori fondamentali:

Valore inferiore a 20, mercato rialzista caratterizzato da stabilità;

Maggiore di 20 ma inferiore a 30, il mercato è caratterizzato da alta volatilità ma non è per forza ribassista;

Maggiori di 30, il mercato è nel panico. Essendoci una correlazione inversa tra indice S&P 500 e VIX è facile notare che a periodi di forte ribasso del primo corrisponde un valore dell’indice Vix molto elevato. Storicamente il range di movimento si è attestato tra i 10 e gli 80. Il valore 20 è derivato dalla media del Vix sul lungo periodo; per questo motivo viene utilizzato come valore di riferimento dagli investitori.

ETF Vix: come funziona

Per capire nella pratica come funziona, supponiamo che un investitore sia entrato con una posizione long sul VXX (un ETF che replica il VIX e che ha un buon livello di liquidità) poco dopo il 20 febbraio 2020 all’inizio della pandemia, proprio quando la quotazione del VIX era relativamente bassa.

Ipotizziamo che abbia acquistato il VXX ad un prezzo pari a 369$ in data 3 Marzo e che abbia deciso di chiudere la posizione il 16 Marzo a 879$, il profitto lordo sarebbe stato pari al 138%. Questo però è uno scenario piuttosto favorevole e sicuramente non solito, poiché nel periodo preso in esame i mercati hanno subito l’effetto pandemia che ha incrementato la volatilità.

Tuttavia, se l’investitore fosse entrato nel momento di picco e i mercati avessero cominciato a registrare livelli di volatilità in riduzione, egli avrebbe molto probabilmente ottenuto una perdita dovuta non solo alla riduzione nel prezzo, bensì anche alle commissioni di gestione del fondo.

In alcuni casi investire in ETF Vix viene anche considerata una strategia di hedging, poiché permette di ridurre il grado di correlazione dei rendimenti del proprio portafoglio. Molti investitori utilizzano gli ETF VIX come copertura contro eventuali perdite nei loro investimenti azionari. Se il mercato azionario scende infatti, l’ETF VIX tende a salire, riducendo così le perdite sulle azioni.

Gli ETF VIX possono essere acquistati e venduti su tutti i maggiori broker europei e americani, come Degiro, eToro o Fineco. Alcuni di essi sono quotati anche presso Borsa Italiana.

Opinioni ETF VIX

Investire in ETF VIX può essere una scelta strategica per diversi motivi:

  • Copertura contro la volatilità del mercato: Gli ETF VIX tracciando l’andamento dell’indice VIX e ti permettono di ottenere un’esposizione alle variazioni della volatilità del mercato. Questo può essere utile come strumento di copertura per proteggere il tuo portafoglio da improvvisi cali del mercato o periodi di incertezza.
  • Diversificazione del portafoglio: Gli ETF VIX possono essere utilizzati per diversificare il tuo portafoglio, aggiungendo un elemento non correlato ai tradizionali investimenti azionari o obbligazionari. Questa diversificazione può contribuire a ridurre il rischio complessivo del portafoglio e ad aumentare la resilienza nei confronti delle fluttuazioni del mercato.
  • Profitti durante periodi di volatilità: Durante periodi di instabilità dovuti a guerre, crisi bancarie, pandemie o cambi di governo considerati impattanti, l’ETF VIX tende a registrare aumenti di valore. Pertanto, investendo in un ETF VIX in momenti di incertezza o in previsione di eventi significativi, è possibile beneficiare di eventuali rialzi. Questo rende gli ETF VIX interessanti per gli investitori che cercano opportunità di profitto a breve termine.
Gabriele
Laureato in Economia e Mercati Finanziari, naviga l'universo finanziario, condividendo le sue scoperte sul blog Bussola Finanziaria, rendendo in questo modo accessibili a tutti i concetti che plasmeranno il futuro del denaro. È esperto di criptovalute, blockchain e investimenti in ETF.