Conto deposito minorenni 2021: selezione dei migliori 3!

0
306
conto deposito minorenni

Stai cercando un conto deposito minorenni? Ti stai chiedendo quali sono i migliori conti deposito per minori del 2021? Ti trovi proprio nel posto giusto!

Un conto deposito per minori può essere la soluzione ideale per accumulare delle somme per il futuro del proprio figlio e farle fruttare a fronte di un interesse. Tali somme possono quindi essere utilizzate ad esempio per pagare gli studi universitari e in generale per tutte le esigenze della prole una volta raggiunta la maggiore età.

Ebbene, in questo articolo ti presenterò quali sono i migliori conti deposito per minorenni, ovvero quelli che ti garantiscono non solo il miglior rendimento, ma anche flessibilità e soprattutto sicurezza. È bene precisare fin da ora che quelli che sto per presentarti sono conti apribili a partire dal dodicesimo anno d’età.

Per maggiore chiarezza ti presento la nostra top 3 fin da ora:

MIGLIORI CONTI DEPOSITO MINORENNI 2021
4.7/5
4.2/5
3.9/5

Direi di non indugiare oltre e proseguire con la nostra trattazione.

Conti deposito minorenni: top 3

Passiamo ora alla rassegna dei migliori conti deposito per minorenni del 2021.

Illimity (miglior conto deposito minorenni)

Il miglior conto deposito per minorenni del 2021 è offerto da Illimity Bank (qui il sito ufficiale), gruppo bancario che, seppur di recente formazione, è cresciuto moltissimo negli ultimi tempi, raggiungendo i 4.3 miliardi di attivi (dati aggiornati al 1Q21).

conto deposito minorenni

Tutto ciò è stato reso possibile grazie alla ricca offerta di servizi competitivi, tra i quali spicca il conto deposito di Illimity. Si tratta di una soluzione sicura, flessibile e soprattutto remunerativa. Forniamo allora qualche dettaglio in più su questo tema.

Innanzitutto, il conferimento minimo è di 1000 euro. Inoltre, il conto di Illimity Bank ti offre la possibilità di depositare sia in modalità vincolata che libera. Il rendimento dipende dal periodo di tempo per cui i soldi vengono depositati. Si parte da uno 0,60% per 6 mesi nel caso vincolato, fino ad arrivare ad un tasso annuo del 2% se tale periodo è di 60 mesi.

In tal senso, tale conto deposito è adatto anche ai minorenni, potendo scegliere tra linea libera e vincolata e per diversi intervalli di tempo, a seconda delle esigenze di chi lo richiede.

Il conto deposito di Illimity non prevede spese di gestione e gli interessi vengono elargiti a fine periodo se le durata è inferiore a 24 mesi, annualmente altrimenti. I proventi vengono tassati alla fonte per un 26% secondo la normativa vigente in Italia (regime amministrato), nonché viene applicata l’imposta di bollo, che in questi casi ammonta allo 0.20% della cifra depositata.

Nel complesso, quello di Illimity è il conto deposito per minori più conveniente del 2021. Scopri maggiori informazioni in merito sul sito ufficiale (clicca qui).

Sella

In questa selezione di conti deposito per minori ho voluto includere anche Banca Sella (qui il sito ufficiale), per il suo impegno continuo nel creare delle soluzioni innovative e soprattutto convenienti.

conto deposito per minorenni

Il conferimento minimo è di 1000 euro e puoi accedere all’offerta una volta aperto il conto corrente (puoi farlo qui), di cui ti parlo anche in questo articolo.

Puoi gestire le tue attività completamente online tramite il sito web di Banca Sella e la comoda app. La durata dell’investimento può variare tra 6 o 12 mesi, con un tasso di rendimento lordo dello 0,3%.

Due cose importanti da evidenziare per quanto riguarda il conto deposito di Banca Sella: primo, non ha costi di gestione; secondo, scegli di sottoscriverlo solamente se sei sicuro che non avrai bisogno anticipatamente del denaro. Prelievi anticipati parziali e totali, ti porteranno ad un riconoscimento del solo 25% del tasso d’interesse dichiarato.

Detto ciò, alla scadenza del periodo di vincolo, potrai decidere autonomamente se prelevare i fondi o reinvestirli nuovamente, vincolandoli per un periodo variabile tra 3 e 24 mesi, con condizioni simili a quelle precedenti.

Tirando le somme, a parte gli eventuali rinnovi, il conto deposito di Banca Sella è la soluzione ideale nel caso le somme vadano accantonate per il proprio figlio minore. Scopri maggiori informazioni cliccando qui.

Widiba

Altro conto deposito per minorenni particolarmente interessante è quello fornito da Widiba, banca di nuova concezione ideata e gestita da uno degli istituti di credito più solidi e longevi della storia d’Italia: Monte dei Paschi di Siena (MPS).

conti deposito minorenni

L’offerta di Widiba è semplice ed essenziale e per poterne usufruire dovrai aprire un conto corrente, che è a zero spese per i primi 12 mesi per i nuovi clienti. Dopodiché, il canone è comunque azzerabile se vengono rispettate delle determinate condizioni, tra cui l’avere meno di 30 anni, per cui è una soluzione perfetta anche per i minori. Scopri tutti i dettagli anche nella nostra recensione dedicata.

Il periodo di deposito può variare da 3 a 24 mesi con un tasso di interesse che arriva fino allo 0,70%. In particolare, valgono i seguenti rendimenti in relazione al periodo di sottoscrizione della linea vincolata:

Rendimento lordoDurata Vincolo
0,25%3 mesi
0,40%6 mesi
0,50%12 mesi
0,60%18 mesi
0,70%24 mesi

La liquidazione degli interessi è con cadenza annuale ed anche in questo caso essi sono tassati alla fonte al 26% secondo la normativa sugli investimenti vigente in Italia. Il conferimento minimo è di 1000 euro ed il denaro può essere svincolato anticipatamente senza costi aggiuntivi.

Per la registrazione (che puoi effettuare da questo link), ti servirà un documento d’identità rilasciato in Italia, il codice fiscale ed un numero di cellulare, necessario per l’autenticazione a due fattori di cui si serve l’app di Widiba.

Tutto sommato, un altro conto deposito particolarmente indicato anche per coloro i quali sono ancora minorenni.

Conto deposito minori: cos’è e come funziona

Il conto deposito per minori è la soluzione ideale per mettere da parte dei risparmi per il proprio figlio minorenne. La scelta di intestarlo direttamente a lui deriva da necessità di separazione del patrimonio e al contempo di tutela del minore. Agendo così, infatti, le somme depositate sono tutelate e separate dalle vicende legali dei genitori.

In generale, un conto deposito per minorenni può essere aperto a partire dal compimento del dodicesimo anno d’età e vi è la possibilità di intestarlo direttamente al minore. Tuttavia, la legge prevede che la sua gestione sia affidata ai genitori o al tutore legale.

Per questo motivo, sono gli stessi genitori che devono fare richiesta d’apertura del conto da intestare al proprio figlio e devono controfirmare il contratto autocertificando di avere la potestà del minore.

Quello che è importante, tuttavia, è che non è possibile cointestare il conto sia al minore che ai genitori. Questo viene fatto per tutelare i diritti del minorenne, che potrà decidere autonomamente, al compimento della maggiore età, cosa fare dei propri risparmi o se intestare il conto anche ad uno o entrambi i genitori.

Inoltre, non ci sono limiti ai depositi che si possono effettuare sul conto per minori. Tuttavia, vi sono limitazioni sui prelievi: qualsiasi operazione che vada a ridurre il patrimonio del conto deve passare attraverso un’autorizzazione esplicita del giudice tutelare.

Alternative ai conti deposito per minorenni

A corredo di questa trattazione sui migliori conti deposito per minorenni, andiamo ad analizzare quali sono le possibili alternative. In questa sede ne vedremo in particolare due.

La prima è data dai classici libretti di risparmio per minori. Si tratta di una soluzione equivalente ai conti deposito ed in tal senso prevede anche un piccolo rendimento, a seconda anche della somma depositata.

Solitamente sono a breve termine e sottoscrivibili ad esempio per 3 o 6 mesi. I rendimenti tipici non superano mai lo 0.5% e su di essi si applica una ritenuta del 26% secondo la normativa vigente in Italia. Inoltre, per i depositi al di sopra di 5 mila euro, va aggiunta anche l’imposta di bollo, pari a 34.20 euro all’anno.

La seconda sono i buoni fruttiferi postali per minorenni. Si tratta di una soluzione molto in voga qualche decennio fa, in quanto i rendimenti erano decisamente maggiori. I buoni fruttiferi non sono soggetti a commissioni né di gestione né di negoziazione.

Sono sottoscrivibili fino a 16 anni e le somme sono prelevabili quando il minore compie la maggiore età. Nel caso i genitori volessero ritirare in anticipo tali somme, devono comunque ottenere l’autorizzazione del giudice tutelare.

Per quanto riguarda la tassazione, si applica l’imposta di bollo, che è pari all’1% del capitale investito, per un minimo di 34.20 euro. Ad essa va aggiunta la ritenuta fiscale, che in questo caso è uguale a quella applicata per i Titoli di Stato, ovvero il 12.5% sugli interessi maturati.

Bussola Finanziaria è il portale italiano sulla finanza personale, sugli investimenti e sul trading. Parliamo di azioni, obbligazioni, ETF, criptovalute, crowdfunding, portafogli di investimento e broker online.