Conto deposito Fineco Bank: opinioni, interessi e costi

0
200
conto deposito fineco

Come funziona il conto deposito Fineco? Quale rendimento propone? Come faccio ad aprire un mio conto? Quali sono le opinioni dell’utenza? Qual è il rapporto tra Rendimax e il conto deposito Fineco? Se cerchi questa ed altre informazioni, allora continua a leggere.

Quando si desidera salvaguardare i propri risparmi, tra le diverse possibilità aprire un conto deposito è una delle più valide. Infatti, tale opzione ha la doppia valenza di salvaguardare il tuo patrimonio e permetterti di guadagnare.

In questo articolo andremo ad analizzare tutti gli aspetti del conto deposito Fineco. Ci concentreremo su costi, opzioni disponibili, condizioni da rispettare per poterne usufruirne, opinioni dell’utenza ed ovviamente gli interessi offerti.

Per chiudere lasceremo anche una nostra personale opinione sul conto deposito offerto da Fineco. Buona lettura.

Conto deposito Fineco: cos’è?

Il conto deposito Fineco (qui trovi il sito ufficiale) è una delle opzioni più valide nel 2022 se vuoi salvaguardare il tuo denaro ed investirlo senza rischi. Questo successo si deve a diverse condizioni favorevoli.

Solo il nome dell’istituto di credito è garanzia di qualità e sicurezza, essendo una delle banche più in salute sul panorama italiano ed internazionale. Infatti, tutti gli standard europei di regolarizzazione sono rispettati ben oltre i termini richiesti.

fineco conto deposito

Ciononostante, il successo di Fineco Bank è dovuto anche ad altre ragioni. In primis, bisogna sottolineare la trasparenza di tutti i servizi offerti: ciò rende il rapporto banca/cliente estremamente confortevole.

A questo va aggiunto anche il fatto che i costi di gestione sono estremamente bassi, per non dire quasi nulli, come vedremo in seguito.

Sempre di eccellenza si parla quando entrano in gioco gli interessi, che sono tra i migliori disponibili sul mercato. Anche a questa voce ci sarà un paragrafo dedicato più avanti.

Il conto deposito di Fineco è disponibile sia in modalità vincolata che libera. In entrambi i casi per accedere è necessario prima di tutto creare un conto corrente con la stessa banca. Puoi procedere fin da ora cliccando qui.

Fineco conto deposito: interessi e modalità

Entriamo nel vivo della nostra analisi e vediamo quali sono gli aspetti tecnici del conto deposito di Banca Fineco. Ci sono due modalità: CashPark e Rendimax. Ad oggi, la seconda è momentaneamente sospesa.

1. CashPark

CashPark è la modalità principale di conto deposito offerta da Fineco.

Come già detto più volte, per accedere a tale soluzione è necessario avere già un conto corrente con la banca stessa. Ciò che non abbiamo detto è che tale conto deve presentare una giacenza minima di 5.000 €.

È superfluo aggiungere che le somme trasferite sul conto deposito non potranno essere utilizzate per saldare assegni RID o rimborsare acquisti effettuati tramite carta di credito.

CashPark è disponibile sia in forma vincolata che svincolata.

Tramite il conto svincolabile le somme depositate sono prelevabili in maniera parziale e/o totale in anticipo rispetto alla data di scadenza. Su queste non sarà tuttavia applicato alcun rendimento.

conto deposito fineco 2022

Per quello che concerne il conto deposito vincolato la somma minima da depositare è pari a 5.000 €.

Il denaro depositato non è svincolabile in anticipo rispetto ai tempi decisi in fase di creazione dello stesso. Di contro, è possibile effettuare uno svincolo parziale, questo può avvenire solo per:

  • importi al massimo pari a 1.000 €;
  • se la somma residua vincolata resta superiore ai 5.000 €.

Alla fine delle operazioni il denaro selezionato sarà accreditato in tempo reale sul tuo conto corrente.

Il conto deposito di Fineco ti consente di vincolare denaro fino a 12 mesi con un tasso di interesse fino al 0.3% lordo annuale.

2. Rendimax

La seconda modalità di conto deposito Fineco è Rendimax (al momento sospesa). Tale soluzione è offerta in collaborazione con Banca Ifis.

Questa a sua volta si divide in 3 differenti possibilità.

La prima si chiama “Libera” ed è a tutti gli effetti un conto deposito svincolato. Infatti, potrai recuperare i tuoi soldi in ogni momento e non è richiesta una somma minima di base.

La liquidazione degli interessi avviene trimestralmente con un rendimento pari allo 0.2%.

La seconda è “Like“. Si tratta di un conto deposito semi-svincolabile. Infatti, potrai prelevare il tuo denaro con 33 giorni di preavviso.

Qui il conferimento minimo è pari a 1.000 €, mentre il tasso di rendimento è pari allo 0.4%. La liquidazione resta trimestrale.

Infine, abbiamo il conto “Vincolato“, che come suggerisce il nome si tratta di un conto deposito vincolato con una durata da 6 mesi a 5 anni. In tal senso, potrai prelevare i tuoi soldi solo alla fine dell’arco di tempo prestabilito all’inizio.

Per Vincolato la somma minima depositabile è di 1.000 €, mentre per quanto che concerne la liquidazione dei guadagni, essa si può eseguire in due modi:

  • Vincolato anticipato: ottieni gli interessi ad apertura conto;
  • Vincolato posticipato: ottieni gli interessi su base trimestrale.

I tassi di rendimento sono i seguenti:

Vincolato AnticipatoVincolato Posticipato
6 Mesi0.7%0.75%
9 Mesi0.8%0.85%
1 Anno0.95%1 %
18 Mesi1.45 %1.5 %
2 Anni1.65 %1.75 %
3 Anni1.85 %2 %
4 Anni2.05 %2.25 %
5 Anni2.2 %2.5 %

Come aprire il conto deposito Fineco

Adesso che conosciamo tutti i dettagli tecnici di questo conto, vediamo come si deve agire per aprirne uno.

Ti ricordo che per ottenere un conto deposito dovrai avere prima di tutto un conto corrente con la stessa banca. Per la documentazione, dorai fornirti di:

  • documento di riconoscimento;
  • tessera sanitaria;
  • un foglio bianco con la tua firma;
  • il tuo smartphone.

Dovrai inoltre aver compiuto almeno il 18° anno di età ed avere la cittadinanza italiana.

Una volta soddisfatti tali requisiti, dovrai andare alla homepage del sito, che trovi qui, e cliccare su “APRI IL CONTO“. Fatto ciò, visualizzerai la schermata riprodotta nell’immagine di seguito:

fineco conti deposito

Ora devi scegliere gli intestatari del conto, che possono essere da un minimo di 1 fino ad un massimo di 3 persone. Da qui, clicca su “CONTINUA“. Ora dovrai inserire tutti i dati secondo i campi richiesti.

Tra questi ci saranno anche i tuoi dati personali, come ad esempio il numero di telefono.

Una volta svolte le formalità burocratiche dovrai passare alla creazione del conto vero e proprio. Quindi, dovrai muoverti come segue:

  • inserisci l’importo che desideri vincolare, scegli la durata e visualizza il rendimento;
  • prendi visione della documentazione precontrattuale;
  • firma il contratto direttamente online con la firma digitale.

La banca valuterà la richiesta e riceverai via email da Fineco tutti gli aggiornamenti sullo stato della pratica.

Inizia adesso la procedura cliccando su questo link.

Fineco conti deposito: costi e tasse

Ora veniamo ad un punto cruciale della nostra analisi: quali sono i costi e le tasse da pagare quando si ha un conto deposito con Fineco.

Iniziamo da Cashpark. Questo ha dei costi di gestione praticamente nulli, eccezion fatta per l’invio di estratto conto in via cartacea (facoltativo), che avrà un costo pari a 1,95 €.

Le tasse da pagare sono invece quelle previste dalla normativa italiana:

  • la ritenuta fiscale sugli interessi del 26%;
  • l’imposta di bollo, nella misura del 2 per mille sulle somme vincolate.

Per quello che riguarda i costi e le tasse relative a Rendimax la situazione è praticamente la stessa della precedente.

Infatti, abbiamo zero commissioni su apertura e gestione conto, di contro, è previsto il pagamento della ritenuta fiscale sugli interessi nella misura prevista dalla legge, ovvero il 26% ed il pagamento dell’imposta di bollo pari allo 0,20% (con addebito trimestrale).

Opinioni sul conto deposito Fineco

Prima di chiudere la nostra disamina, dobbiamo dedicare uno spazio all’utenza, per avere la prova che il servizio che abbiamo analizzato sia davvero affidabile. A tal fine, leggiamo alcune recensioni ed opinioni sul conto deposito Fineco.

conto deposito fineco opinioni
conto deposito fineco recensioni
conto deposito fineco pareri

Come si può notare, l’utenza è in generale soddisfatta del servizio ricevuto.

Questo si evince già dal rating complessivo della banca, in quanto, raggiungere un risultato di 4.8/5 stelle su Trustpilot, non è da tutti! Scegli anche tu conto deposito Fineco cliccando qui.

Il conto deposito Fineco conviene? Recensione

Ultimo atto della nostra analisi riguarda la nostra personale recensione sul conto deposito Fineco.

Iniziamo dicendo che si tratta di un conto molto semplice da gestire, che non ti obbliga a bloccare cifre troppo alte, che in ogni caso potrai sempre svincolare, rispettando i termini prestabiliti.

Per quello che concerne il rendimento del conto deposito Fineco, questo è abbastanza valido.

Infatti, per un arco di tempo come quello di 12 mesi, un ricavo pari al 0.3% è tutt’altro che scontato. Ciò vale ancora di più se si analizza solo il panorama bancario italiano.

Inoltre, i costi di gestione, essendo praticamente nulli, vanno a formare un valore aggiunto al servizio.

Il tutto poi, godendo della sicurezza di una delle banche più solide d’Italia. A ciò si aggiunge il fatto che in caso di problemi potrai sempre contare su un servizio assistenza competente e cortese.

Concludendo, è pacifico affermare che scegliere il conto deposito Fineco sia un’ottima scelta se hai bisogno di depositare e far fruttare il tuo denaro. Quindi, non esitare: apri ora il tuo conto cliccando qui.

5/5 - (1 vote)
Bussola Finanziaria è il portale italiano sulla finanza personale, sugli investimenti e sul trading. Parliamo di azioni, obbligazioni, ETF, criptovalute, crowdfunding, portafogli di investimento e broker online.