Conto corrente libero professionista: selezione dei migliori del 2021

0
238
conto corrente libero professionista

Hai bisogno di aprire un conto corrente per libero professionista con spese contenute? Cerchi il miglior conto corrente per liberi professionisti disponibile sul mercato nel 2021? Sei nel posto giusto!

Mettersi in proprio e liberarsi dal peso di un’azienda mal gestita e che offre una paga misera oppure di un datore di lavoro ottuso non ha prezzo. Tuttavia, questa scelta comporta diversi oneri.

Il più pesante di tutti è quello di doversi gestire da solo le proprie finanze, così da tenere sempre sotto controllo entrate ed uscite oltre all’organizzare accrediti e pagamenti senza dover perdere la testa. La via di uscita più efficace ed efficiente a tali problematiche è di certo l’apertura di un conto corrente per libero professionista.

Purtroppo, sul mercato ne sono presenti diversi ed il pericolo di affidarsi ad un istituto non all’altezza non è per nulla basso. Per aiutarti a scongiurare tale rischio, ho provveduto a selezionare i più validi per spese di gestione, funzioni messe a disposizione dell’utenza e facilità di utilizzo, oltre che di registrazione.

Nell’articolo che trovi di seguito trovi la mia lista dei migliori conti correnti per libero professionista del 2021. Per agevolarti ancora di più, trovi subito a seguire il podio con i top 3:

MIGLIORI CONTI CORRENTI PER LIBERO PROFESSIONISTA
5/5
4.7/5
4.7/5

Miglior conto corrente libero professionista: top 5 del 2021

Come anticipato qualche rigo sopra, adesso inizia la nostra selezione. Per ogni soluzione sono state indicate tutte le informazioni in maniera dettagliata, così da permetterti di scegliere il tuo conto corrente da libero professionista con cognizione di causa. Buona lettura.

1. Qonto

Iniziamo subito con un prodotto molto valido: Qonto (qui trovi il sito ufficiale). Si tratta di un conto corrente per libero professionista gestibile completamente online.

conto corrente professionisti

Adatto anche alle piccole e medie imprese ed alle aziende a conduzione familiare, Qonto comporta costi di gestione molto bassi, soprattutto se paragonato ad altri conti della stessa tipologia.

Altro punto forte è relativo alla burocrazia, che risulterà assottigliata rispetto ad altre soluzioni sul mercato. Inoltre, nel momento dell’apertura del conto, avrai la possibilità di scegliere il piano che più si presta ai tuoi bisogni (ci sono fino a 6 soluzioni diverse). Lo stesso discorso vale per la carta di debito, che presenta 3 varianti.

Qualora tu dovessi avere dei collaboratori, potrai assegnargli alcune mansioni, limitandone gli accessi (scelta molto utile quando si parla di pagamenti e prelievi). Leggi anche la nostra recensione dedicata per approfondimenti in tema.

Come già detto, i costi di gestione sono davvero contenuti ed al momento dell’apertura conto avrai la possibilità di richiedere un bonus. Il tutto collegato ad un IBAN italiano. Quindi, se sei alla ricerca del top di gamma, Qonto è quello che fa per te. Apri adesso il tuo account cliccando qui.

2. N26 Business

La seconda posizione della nostra top 5 di conti correnti per liberi professionisti è occupata da N26 Business (qui trovi la pagina web ufficiale). Si tratta di un vero e proprio fenomeno di mercato.

conto corrente per libero professionista

Tale successo è dovuto al connubio tra un vasto pacchetto di funzioni. Si tratta di una carta prepagata rilasciata da un istituto di credito tedesco (e quindi per definizione funzionale al massimo ed organizzatissimo), ma che ti fornisce un IBAN italiano con tutti i vantaggi che ne conseguono.

N26 Business mette a tua disposizione diversi piani, ognuno di essi si adatta alla perfezione alla grandezza del tuo business. Inoltre, avrai la possibilità di utilizzare sia una carta digitale che fisica a seconda delle tue necessità lavorative.

Per quanto riguarda le funzioni, si possono annoverare diversi tipi di pagamento, compreso il contactless, la possibilità di stipulare assicurazioni relative al tuo giro di affari e lo 0,1% di cashback sugli acquisti effettuati. Ma la lista è davvero lunga, per tutti i dettagli ti consiglio di leggere questo articolo.

Inoltre, il paino base di N26 Business, che si chiama Standard, è a canone zero. Accedi adesso al sito ufficiale e scopri come iniziare ad utilizzare N26. Ti basta cliccare qui.

3. Wise Business

Un’altra soluzione molto interessante, che non poteva mancare all’interno della nostra top di conti correnti per liberi professionisti, è Wise (qui trovi il sito ufficiale).

conto corrente per progessionisti

Wise nasce come servizio per cambio valuta (il famoso TransferWise), ma adesso si è evoluta, offrendo gli stessi servizi di un conto corrente, attraverso un IBAN europeo.

Wise risulta essere una scelta davvero azzeccata per coloro che hanno devono inviare e ricevere pagamenti in diverse valute, con la necessità di utilizzare delle monete differenti.

Infatti, potrai convertire denaro, anche somme molto importanti, diverse volte nell’arco di un mese, a tassi di cambio tra i più convenienti sul mercato.

Per rendere l’idea della convenienza di tale servizio, sappi che il denaro che viene affidato alla piattaforma, per essere poi distribuito in tutto il mondo, è pari 7 mila miliardi di dollari ogni mese!

Quindi, se sei un libero professionista che lavora in giro per l’Europa o il mondo, questo è il conto adatto a te! Aprilo adesso cliccando qui.

4. Bunq Business

Andando avanti, troviamo un’altra ottima scelta per quanto riguarda il mondo dei conti correnti per liberi professionisti: Bunq (qui trovi il sito ufficiale).

conto per liberi professionisti

Si tratta di un conto corrente che, oltre a mettere a disposizione della propria utenza un gran numero di funzioni a costi di gestione molto validi, non mette in secondo piano il rispetto per l’ambiente.

Bunq, che è offerto da una banca Olandese, ti offre soluzioni per la gestione delle finanze sia per quanto riguarda la tua vita privata sia per il tuo business.

In questo secondo caso, che è quello che ci interessa ora, hai la possibilità di aprire fino a 50 sotto-conti, ottimi per una gestione al dettaglio per ogni singolo aspetto della tua azienda.

Inoltre, andando nello specifico dei costi, è necessario sottolineare che i bonifici in area SEPA, l’apertura conto ed il canone annuo della carta di debito sono offerti gratuitamente, rendendo Bunq Business quasi un conto corrente libero professionista a zero spese.

Per quanto riguarda la gestione burocratica, puoi utilizzare una funzione che ti permette di automatizzare il pagamento delle fatture ed usufruire di un software di contabilità. Per scoprire tutti i dettagli relativi al mondo di Bunq ti consiglio di leggere la nostra recensione, che trovi qui.

Infine, non va dimenticato il fatto che potrai ottenere quanto detto nel pieno rispetto della natura (come puoi leggere qui). Quindi, se desideri avere al tuo fianco un conto valido, facile da utilizzare, efficiente e green, scegli adesso Bunq, cliccando su questo link!

5. Revolut Business

Chiudiamo la nostra top 5 di conti corrente per professionisti con una scelta molto famosa, soprattutto tra coloro che viaggiano spesso per lavoro: Revolut Business (qui il sito ufficiale).

liberi professionisti conto corrente dedicato

Tale conto è gestibile tramite applicazione dal tuo telefono cellullare. Il suo vantaggio principale è quello di permetterti di cambiare cifre di denaro in diverse valute, senza nessuna difficoltà, con un banale tap dal tuo cellulare.

Inoltre, le operazioni di apertura sono molto semplici ed i costi di gestione sono molto più che concorrenziali, con i tassi di cambio applicati che sono quelli ufficiali BCE. Ovviamente, avrai la possibilità di richiedere una carta sia digitale che fisica.

Conto corrente per libero professionista: cos’è?

Quando si parla di conto corrente per libero professionista si indica una soluzione pensata per la gestione finanziaria di un business personale.

Tale soluzione si differenzia dai comuni conti per diversi fattori: in primis i costi variabili a seconda della grandezza del business, poi un pacchetto di funzioni dedicato alla gestione della tua azienda ed in molti casi la possibilità di accedere ad un software di contabilità interno (o di collegare al conto quello che già utilizzi).

Inoltre, in determinati casi è possibile cambiare cifre di denaro a tassi di cambi molto favorevoli, rispetto al mercato tradizionale.

Per le suddette ragioni, nel momento in cui si inizia un business come libero professionista, aprire un conto dedicato è una scelta davvero vincente.

Come aprire un conto per liberi professionisti

Le operazioni di apertura per quanto riguarda un conto corrente per liberi professionisti non si differenziano di molto da quelle di un conto tradizionale.

La documentazione richiesta è di certo il documento di riconoscimento (carta di identità o passaporto), insieme ad una foto, nonché i documenti del soggetto a cui è intestata la partita IVA. In alcuni casi, può essere richiesta anche la tessera sanitaria.

Inoltre, molto spesso è possibile effettuare la procedura completamente online, senza recarsi nelle sedi fisiche proprie dell’istituto bancario scelto.

5/5 - (1 vote)
Bussola Finanziaria è il portale italiano sulla finanza personale, sugli investimenti e sul trading. Parliamo di azioni, obbligazioni, ETF, criptovalute, crowdfunding, portafogli di investimento e broker online.