Broker australiani: i migliori 4 con licenza ASIC

0
2169
broker australiani

I broker australiani sono considerati tra i più affidabili per fare trading su Forex e CFD, a causa di varie caratteristiche che li rendono particolarmente appetibili anche per investitori europei.

In particolare, per broker australiano si intende un intermediario con sede legale in Australia, in possesso della licenza ASIC (Australian Securities and Investments Commission), che è l’ente posto a vigilanza dei mercati finanziari in Australia.

Se stai cercando maggiori informazioni sui broker australiani e sulle loro caratteristiche, oppure cerchi una lista dei migliori broker australiani per il Forex, i CFD e le opzioni binarie, sei capitato nel posto giusto, dato che è proprio questo ciò che andremo a vedere nel presente articolo.

MIGLIORI BROKER ECN AUSTRALIANI
4.8/5
4.6/5
4.4/5

Broker australiani: caratteristiche e vantaggi

Innanzitutto per poter operare come broker in Australia è necessaria la licenza fornita dall’ASIC. Qualsiasi altra licenza, anche se rilasciata da autorità di tutto rispetto non è considerata valida.

I broker australiani sono sottoposti a duri controlli dall’autorità di vigilanza, che ha imposto severe condizioni per poter ottenere la licenza ASIC. Tali condizioni e regolamentazioni sono a favore degli investitori: servono infatti per garantire maggiore sicurezza e a ridurre al minimo i rischi che un broker commetta attività fraudolente. Ecco spiegato il motivo per cui anche gli europei amano così tanto i broker australiani.

Inoltre, il 1° agosto 2018 in Europa sono entrate in vigore le nuove normative dell’ESMA (Autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati) che hanno introdotto forti limitazioni per i broker europei. In particolare è stato ridotto il limite massimo di leva consentito nei CFD, e sono state vietate le opzioni binarie per i clienti al dettaglio.

Tali limitazioni non sussistono nelle regolamentazioni ASIC, e per questo molti investitori europei negli ultimi 3 anni hanno iniziato a guardare con interesse ancora più grande a ciò che ha da offrire il fiorente mercato dei broker australiani.

Qui di seguito riassumiamo i principali obblighi a cui sono sottoposti i broker australiani, ed i principali vantaggi di cui gli investitori europei possono beneficiare affidandosi ad un broker ASIC:

  • la licenza ASIC è obbligatoria per poter operare in Australia come broker;
  • i broker australiani devono avere un capitale minimo operativo di 1 mln di dollari australiani, in modo da garantire la propria stabilità finanziaria;
  • i broker australiani devono tenere i fondi della società separati dai capitali dei clienti (segregazione dei conti dei clienti);
  • in generale, ai broker sono richiesti standard operativi elevati, ed essi sono sottoposti a verifiche regolari da parte dell’autorità di sorveglianza;
  • solitamente i broker australiani sono rinomati per l’ottimo servizio clienti che offrono agli investitori e ai trader;
  • la maggior parte dei broker australiani offre una leva massima di 1:500, a differenza della leva massima consentita dai broker europei che è di 1:30;
  • i broker australiani non possono entrare in conflitto di interessi con i trader, per questo non possono effettuare riquotazioni degli asset, ma sono costretti a fornire l’esatto prezzo di mercato (anche per i CFD).

Aggiornamento: nel 2021 anche l’ASIC ha introdotto nuove limitazioni, riducendo la leva finanziaria massima a 1:30 per i trader non professionali. Tuttavia, molti broker australiani continuano ad offrire la leva 1:500 tramite altre licenze di cui dispongono.

Migliori broker australiani ASIC

Vediamo qui di seguito la classifica e la lista dei migliori broker australiani ASIC, selezionati in base agli asset negoziabili, ai mercati disponibili, e alle condizioni di trading offerte ai clienti.

1. FP Markets

A nostro avviso, il migliore tra i broker forex australiani, attualmente è senz’altro FP Markets (qui il sito ufficiale), operativo dal 2005 e da sempre amato da trader di tutto il mondo.

broker forex australiani fp markets

FP Markets offre la contrattazione su Forex, indici, materie prime, azioni e criptovalute, sotto una leva massima pari a 1:500 (in base a ciò che consente la regolamentazione ASIC). Il totale dei prodotti finanziari messi a disposizione da questo broker è di circa 10 mila.

Oltre alle classiche piattaforme di trading MT4 e MT5, FP Markets offre anche l’utilizzo dell’ottima IRESS Trading, che ti consente di utilizzare funzionalità di analisi avanzate e di sovrapporle tra di loro per una visione nettamente migliorata da parte dell’operatore.

Le condizioni relative a spread, commissioni e versamenti minimi dipendono dal conto e dalla piattaforma di trading che sceglierai. A tal riguardo di invito a leggere tutte le condizioni sul sito ufficiale del broker. In ogni caso, per certi asset si parte da spread di 0.0 pips!

Con FP Markets hai la possibilità di aprire un conto reale di trading, oppure un conto demo gratuito ed iniziare a fare pratica con denaro virtuale, prima di effettuare il tuo primo versamento ed utilizzare soldi reali.

2. Pepperstone

Pepperstone (qui il sito ufficiale) è uno dei migliori broker australiani ECN (Electronic Communitation Network), dato che opera con spread bassi e non effettua riquotazioni.

migliori broker australiani pepperstone

Pepperstone è stato fondato nel 2010 ed è diventato velocemente uno dei broker forex più importanti al mondo. A differenza degli altri broker australiani, Pepperstone opera anche sotto la licenza FCA, in base alla quale non può offrire la leva superiore ad un rapporto 1:30 agli investitori al dettaglio.

Pepperstone è un broker senza spread su alcuni asset finanziari, mentre per gli altri asset offre comunque delle condizioni di negoziazione molto vantaggiose. Nella sua offerta, a parte il forex, troviamo CFD su indici, azioni, materie prime e criptovalute.

Le piattaforme di trading offerte sono Metatrader 4, Metatrader 5 e cTrader, ovvero 3 delle piattaforme più complete ed utilizzate in assoluto. 

Se vuoi aprire un conto reale ed iniziare ad effettuare operazioni di trading, il deposito minimo è di $200. Pepperstone offre tuttavia anche un conto demo gratuito, che puoi utilizzare per iniziare a prendere dimestichezza con la piattaforma e in generale con il trading online. Lo trovi qui.

3. Klimex

Il terzo tra i broker australiani della nostra lista è Klimex (qui il sito ufficiale), anch’esso molto affidabile e conveniente per il fatto che offre gli asset al prezzo di mercato senza effettuare riquotazioni.

broker australiani ASIC klimex

Klimex è un broker relativamente giovane, ed i suoi punti di forza sono la velocità di esecuzione delle operazioni, gli spread bassi (a partire da 0 pips) e la possibilità di fare trading con leva finanziaria fino a 1:500.

Il forex è il principale mercato negoziabile su Klimex, ma risultano disponibili anche CFD su indici, materie prime e criptovalute. Sulle crypto, la leva massima consentita è pari a 1:100.

Le piattaforme di trading disponibili sono la classica MetaTrader 4, la WebTrader e la validissima mobile trading app. Ciascuna di queste piattaforme è testabile comodamente tramite il conto demo gratuito messo a disposizione da Klimex.

Se invece vuoi subito iniziare con un conto reale di trading, puoi effettuare la registrazione online in appena 5 minuti. Il deposito minimo è pari a 300 euro ed è possibile ricevere anche un generoso bonus di benvenuto. Per registrarti subito clicca qui.

4. IC Markets

IC Markets è un altro broker australiano molto apprezzato, ed è in effetti uno dei migliori broker Forex disponibili al mondo.

broker australiani ic markets

Tale broker offre la contrattazione di CFD su valute, materie prime, indici, obbligazioni, criptovalute, azioni e future. I CFD Forex, in particolare, riguardano più di 60 coppie di valute.

IC Markets è un broker ECN, dunque non fa il prezzo degli asset presenti e non effettua riquotazioni. Esso offre i prezzi di mercato così come sono senza modificarli come invece fanno i broker market maker.

Le caratteristiche che rendono questo broker davvero allettante e particolarmente consigliato per trader ambiziosi, sono l’esecuzione degli ordini incredibilmente veloce (mediamente sotto i 40 millisecondi) e gli spread bassissimi (a partire da 0.0 pip).

Le piattaforme disponibili sono tre: MT4, MT5 e cTrader, con possibilità di ottenere servizi di VPS gestiti per i trader che ne fanno richiesta.

Tra i broker ECN è attualmente uno dei migliori con cui scegliere di operare, nonché una delle scelte maggiormente consigliate per frequent trader, scalper e robot trading che operano su grandi volumi.

Il deposito minimo per iniziare a fare trading su IC Markets è pari a 200 euro, ma il broker offre anche la possibilità di usufruire di un conto demo per prendere dimestichezza con la piattaforma prima di dover utilizzare soldi reali.

Broker con licenza ASIC: domande frequenti e risposte

Qual è la leva massima consentita dai broker australiani?

In base alle nuove regole ASIC del 2021, la leva massima consentita per i trader non professionali è pari a 1:30 sul Forex. Tuttavia, molti broker australiani continuano ad offrire la leva 1:500 grazie ad altre licenze che dispongono.

Qual è il miglior broker australiano per il Forex?

A nostro avviso i migliori broker australiani per fare trading su Forex e azioni sono FP Markets e Pepperstone.

I broker australiani sono sicuri?

Assolutamente sì. I broker australiani sono sottoposti alla regolamentazione ASIC, che è molto stringente e tutela i trader sotto ogni punto di vista. Quindi non c’è nulla da temere se si utilizza un broker come FP Markets, Pepperstone o Klimex.

5/5 - (6 votes)
Bussola Finanziaria è il portale italiano sulla finanza personale, sugli investimenti e sul trading. Parliamo di azioni, obbligazioni, ETF, criptovalute, crowdfunding, portafogli di investimento e broker online.